lunedì 14 marzo 2011

GARGOILLAU ( TORTA DI PERE )


E' sempre tempo di dolci e in attesa di fare qualcosa per il papà, oltre ai vari buffet che vado preparando, mi è tornata la voglia di un dolce che adoro e che stavolta ho preparato in versione cioccolatosa. Adesso la posto ma in originale con una foto di repertorio giusto per dare un'idea di come potrebbe essere ed invece per quella al cioccolato ho le foto fresche come il dolce.
Questa profumatissima torta di pere, particolarmente adatta come dessert, prende il nome da una regione che si trova nella Francia centrale. Io preferisco farla un giorno prima perchè le pere hanno bisogno di riposo per rilasciare la loro fragranza, al contrario delle mele che invece invecchiano un po'. Non è per nulla difficile ma possibilmente adoperariamo delle pere succose ma non troppo mature , preferibilmente Williams. Oltre alle pere abbiamo bisogno di:

150gr   di burro
150gr   di zucchero
un pizzico di sale
la buccia grattuggiata di un limone
2  uova
350gr   di farina          
2   cucchiaini di liev vanigl
4  cucchiai di latte freddo
inoltre
650gr  di pere
50gr  di burro

*Per  farla al cioccolato sostituiamo 50 gr di farina con un buon cacao amaro e 1/2 bicchierino di rum

Sbucciamo innanzitutto le pere, tagliamole a fette e irroriamole con un po' di succo di limone per evitare che possano annnerire.
Montiamo a crema il burro incorporando un po' alla volta lo zucchero, il sale e la buccia del limone. A questo punto uniamo le uova una alla volta e mescoliamo fino ad avere un bel composto spumoso. Cominciamo a mettere la farina precedentemente setacciata e unita al lievito, alternandola con il latte. Ungiamo una teglia di cm 26 con il burro o la margarina, versiamo un po' di pasta livellando con la spatola, alterniamo le fettine di pera e cerchiamo di fare un altro strato con l'impasto che rimane sul quale poi metteremo dei fiocchetti di burro. Introdurre nel forno preriscaldato a 180° per circa 40'. Facciamo sempre una prova con il solito stecchino per vedere se il dolce è asciutto, poi lo sforniamo e lo facciamo raffreddare su una gratella; una spolverata di zucchero al velo ed è pronto da gustare. Se volessimo servirlo per dessert lo possiamo arricchire con un po' di zucchero di canna addizionato alla cannella e guarnito con un ciuffo di panna.




1 commento:

Antonietta ha detto...

Ciao Adriana !
Ho saputo della tua nuova passione da Flavia, mia cugina. Mi complimento per il tuo blog. Congratulazioni e spero che i tuoi progetti si avverino !
A presto. Antonietta.