giovedì 4 ottobre 2012

TORTA EARL GREY

Adoro leggere sin da quando ero bambina. Passavo quasi tutte le notti sveglia in compagnia di letture avventurose, fantastiche, con grande disperazione di mia madre. Con il tempo la passione è rimasta ma purtroppo il tempo è diventato tiranno e la notte...troppo piccolina... diceva una vecchia canzone delle famose gemelle Kessler. Tuttavia ho sempre comprato libri e ho sempre cercato di leggerli...ovvio che la sera mettendomi a letto vorrei fare come quando ero una ragazzina, ma adesso leggo tre righe e chiudo gli occhi ignara, dopo qualche secondo mi sveglio e ricomincio a leggere, ma alla terza pagina , crollo. il bello è che il giorno dopo non ricordo nulla e devo sempre ricominciare dalla prima pagina. Carino vero??. Quest'estate però son riuscita finalmente a leggere alcuni libri fra cui "la ricetta segreta della felicità" di Jules Stanbridge. E' veramente carino e cosa interessante, l'autrice ha inserito delle ricette che lì per lì pensavo fossero finte ma con un'indagine più approfondita, ho scoperto essere veramente ottime.
Una di queste torte è la earl gray. é una di quelle cose che ti fanno proprio stare bene. Ad ogni morso corrisponde un'estasi. E' profumatissima anche perchè questo tipo di tè  è aromatizzato  Ed ecco a voi la ricetta. Non ho cambiato nulla, stranissimo perchè le modifico sempre.
Ingredienti:
150gr  di burro
170gr di zucchero muscovado
250ml di tè earl gray abbastanza forte
250gr di frutta secca (uva sultanina, prugne, albicocche
200gr di farina autolievitante
succo e scorsa di un limone
1 uovo grande
50-75gr di noce
5 zollette di zucchero di canna, schiacciate
Imburriamo una teglia di circa 20 cm. accendiamo il forno a 180°. Mettiamo in un tegame il burro lo zucchero il tè e la frutta secca  e portiamo lentamente in ebollizione; mescoliamo e poi facciamo cuocere a fuoco lento per circa cinque minuti. Aggiungiamo le  bucce e il succo di limone, l'uovo  sbattuto e le noci.
Versiamo  tutto nella teglia, spargiamo sulla superficie la zolletta  di zucchero, schiacciamo e lasciamo cuocere in forno per circa un'ora. Lasciamo raffreddare nella teglia.


Questo dolce, se lasciato almeno un giorno a riposare, è ancora più buono.
Spero che vi piaccia....alla prossima ricetta.

Nessun commento: