domenica 28 ottobre 2012

FUNGHETTI DI FROLLA


Non c'è niente da fare , quando ci sono queste giornate con il tempo così strano, adoro stare a casa. Ritrovarmi sola è una sensazione di puro godimento, visto che sono sempre circondata da rumori, voci e quant'altro. Oggi è una giornata di pace e tranquillità così da potermi dedicare anche al blog che trascuro in una maniera esagerata. Voglio postarvi una ricetta sfiziosa per fare dei biscotti di frolla che hanno la forma dei funghi; ma non i funghi piatti fatti con gli stampini...funghi proprio funghi. Ho trovato questo tipo di biscotto su un blog americano tanto tempo fa, non ricordo assolutamente quale sia, semplicemente perchè mi ero persa, ma ricordavo perfettamente il metodo perchè mi era piaciuto tantissimo. Ho cambiato un po' la ricetta e a voi l'ardua sentenza:
gr 290 di farina
gr  60  di zucchero al velo vanigliato
gr 225 di burro a temperatura ambiente
un pizzico di sale
gr  20 di cacao
una bottiglia vuota di Coca Cola ( piccola) o di birra o di aranciata
un po' d'acqua
Accendiamo il forno a 180°, prepariamo le teglie con carta forno, una piccola ciotola  con l'acqua, un'altra con il cacao e adesso setacciamo insieme la farina, lo zucchero e il sale, poi aggiungiamo il burro morbido a pezzetti. Mescoliamo velocemente fino ad ottenere un impasto denso, morbido ma non appiccicoso, facile da lavorare. Fare con l'impasto delle palline grosse come una noce più o meno e metterle in fila sulla carta forno; quando abbiamo finito prendiamo la bottiglietta e immergiamo il collo nella ciotola con l'acqua,  scrolliamo un po' per togliere l'eccesso di acqua e appoggiamo il collo umido della bottiglia nella ciotola con il cacao. Adesso mettiamo delicatamente la bottiglia al centro della pallina e premendo appena un po' diamo la forma di un piccolo cerchio che segna la testa del fungo. Togliamola e ricominciamo fino ad esaurimento ..palline. Poi mettiamo in forno per circa 10', rimarranno bianchi perchè non abbiamo messo le uova e neanche lo zucchero normale che li farebbe diventare dorati.









Sono carinissimi, ma non li ho saputi tanto fotografare, meritavano di più. Ma chiariamo un punto ...se avessi 
aspettato per fare una foto con tutta l'ambientazione adatta, sicuramente sarebbe passato un altro anno. Non resta altro che provarli. Questa volta i passaggi mi sembrano abbastanza chiari, mi sto piano piano adoperando per essere un po' più precisa. Un grazie carissimo a chi ogni tanto passa e mi legge.

Nessun commento: